Jean-Marie Benjamin

Stacks Image 239

Sacerdote. Compositore, Regista, scrittore.

Membro della "Société des Gens de Lettres de France". 


Ex funzionario dell'ONU, sede dell'UNICEF a Ginevra (Special Events Officer).

Assistente del Cardinale Agostino Casaroli dal 1991 al 1995. 


Cittadino onorario del Comune di Santa Maria di Licodia (Prov. di Catania, 17 luglio 2000). 


Dal 1997 ad oggi ha dedicato un intenso lavoro per denunciare gli effetti dell'embargo sulla popolazione irachena e della contaminazione dalle armi all'uranio impoverito (libri, films, conferenze, interventi all’ONU). Contro la guerra in Iraq,

Di nazionalità francese, Jean-Marie Benjamin è nato in Francia nel 1946 ed è residente in Italia dal 1974.

È stato ordinato sacerdote il 26 ottobre 1991 presso l'Almo Collegio Capranica di Roma da Mons. Diego Bona, in presenza del cardinale Agostino Casaroli.


Musica

Compositore e direttore d’orchestra suona chitarra, pianoforte e tastiera elettronica. E’ autore di numerose composizioni di musica classica e leggera. Ha uno studio di registrazione.

Dal 1966 ad oggi ha registrato 28 dischi delle sue composizioni (opere di musica classica, colonne sonore di film e musica leggera). È l’autore dell’Inno ufficiale dell’UNICEF (Ode to the Child), creato a Roma nell’aprile 1984 (Coro e Orchestra della RAI di Roma, trasmesso in Eurovisione).

Paul Mc Cartney ha registrato un CD dell'Ode to the Child. Benjamin ha registrato arrangiamenti e brani per cantanti in Francia, Italia, Olanda, Germania e disco music a Londra (1973-1978). È autore di diverse colonne sonore di film (“La Bibbia” di Marcel Carné, “Servante et Maîtresse” e « L’Intruse » di Gantillon e vari film documentari). musiche del film "Modher’s » e « Shade of thruth » di Liana Marabini,. La colonna sonora del film “Ci alzeremo all’alba” (2019).

Alcune delle sue composizioni di musica classica sono: Oratorio “La creazione degli Angeli” per solisti, coro misto, coro maschile ed orchestra, Opera di Madrid (1975) e Roma RAIUNO (1984); Sinfonia Gerusalemme, Parigi, orchestra sinfonica della Salle Pleyel (1972) e altri concerti; concerto per violoncello e orchestra (Ginevra); “Salve Regina” per coro misto ed archi, Roma (1994) ed altre.

Film

Sceneggiatura, regia, musiche e produttore del film Ci alzeremo all’alba (2019) E' regista, produttore e autore del film (fiction con Sergio Fiorentini del ruolo di Padre Pio, trasmesso su RAIUNO il 27 aprile e il 25 maggio 1999. Realizza i documentari "Iraq-Viaggio nel regno proibito" (1999-2000) e "Tareq Aziz –L'altra verità" (2011). E' autore di una piece di teatro su San Francesco presentata in prima mondiale al Teatro del Cremlino a Mosca.

Libri

Ha pubblicato 9 libri in Italia, Francia, Svizzera ed Irlanda..


Iraq

[Tra il 1998 e 2003 J-M Benjamin ha viaggiato 14 volte in Iraq. E’ stato il primo a denunciare l’utilizzo di armi all’uranio impoverito utilizzate dalle forze americane durante la guerra del Golf (1990-91). Nel 2002 Sergio Mattarella, all’epoca Ministro della Difesa lo riceve per raccogliere maggiore informazioni. Benjamin è intervenuto 3 volte all’ONU a Ginevra presso la Commissione dei Diritti dell’Uomo per denunciare la tragica situazione del popolo iracheno colpito dall’embargo (1 milione 600.000 morte in 12 anni solo solo per causa dell’embargo, tra i quali 600.000 bambini). Ha presentato in Italia ed all’estero - tra 1998 e 2011 - 74 conferenze. Ha organizzato l’incontro di Tareq Aziz con Papa Giovanni Paolo II (14 febbraio 2002). Ha pubblico 4 libri sulla questione irachena in Italia, Francia e Svizzera (consultare sezione Libri) e realizzato 3 documentari.]


Guigno 2017
Pubblica un nuovo album CD « VIVERE », Edizione Flipper Music. Brani di pop music dedicati alla situazione in Iraq. Per la registrazione di questo album, Benjamin interpreta e suona gli strumenti dei 10 brani. Il titolo "La guerra che verrà" da una poesie di Bertolt Brech.
Giugno 2015
Pubblica in Francia (nel 2016 in Italia) il libro « IRAQ-L’effetto boomerang » (Edition Ballan, Paris e Editori Riuniti, Roma).
Marzo 2011
Produce e realizza il film "Tareq Aziz –L'altra verità" (titolo originale: Tareq Aziz –The other truth-) con un intervista esclusiva di Tareq Aziz, ex Vice prime ministro del governo iracheno; intervista realizzato nel luglio 2002. inoltre, Il film percorre inoltre ed approfondisce la situazione in Iraq dal 2003 al 2011.
Febbraio 2003
Organizza la visita del Vice primo ministro iracheno Tareq Aziz in Italia. Dopo aver coordinato con la Segreteria di Stato del Vaticano (13 e 15 gennaio 2003) per un'udienza di Tareq Aziz con Papa Giovanni Paolo II, incontra a Baghdad il Vice primo ministro (24 gennaio) per informarlo della disponibilità della Santa Sede ed organizzare la visita.
Gennaio 2003
Le versioni francese ed inglese del brano e video clip "Mr president", contro la guerra all'Iraq, sono distribuite in Francia ed Inghiltera.
Novembre 2002
E' publicata la seconda edizione del suo libro "Obiettivo Iraq: nel mirino di Washington", Editori Riuniti.
Dicembre 2002
Esci il Cd audio di due brani "Mr President" e "Un giorno nuovo", con la partecipazione di Kasim Alì Shadhan. Giugno 2002Pubblica il libro "OBIETTIVO IRAQ: Nel mirino di Washington", Editori Riuniti, Roma.
Dicembre 2001
Presenta a Roma e a Londra il suo nuovo documentario: "Iraq: il dossier nascosto".
Dicembre 2000
Organizza un volo PARIGI-BAGHDAD con a bordo 118 personalità (Francia, Italia, Svizzera, Paesi Bassi ed Inghilterra) del mondo della politica (parlamentari, deputati, senatori, ambasciatori), della cultura, delle religioni e Organizzazioni internazionali, ONG, artisti e giornalisti.
Novembre 2000.
Interviene al Parlamento Britannico (House of Commons) su l'Iraq.
Aprile 2000
Organizza ed partecipa ad un volo Amman-Baghdad, con Vittorio Sgarbi, Nicola Grauso e il pilota Nicola Trifoni, per protesta contro l'embargo all'Iraq.
Luglio 1999
Presenta un rapporto ai Deputati del Parlamenti Italiano sulle conseguenze della contaminazione radioattiva delle armi all'uranio impoverito in Iraq e Kossovo, che porterà alla votazione della Commissione Affare Esteri del Parlamento della Risoluzione del 29 settembre e 11 novembre 1999 che impegnava il Governo italiano a costituire una commissione scientifica di inchiesta in Kossovo ed in Iraq.
Settembre 1999
Pubblica in Francia, Svizzera ed Italia un libro "Iraq: l'apocalypse" (Edizioni Favre di Losanna e per l'Italia Edizione Andromeda di Bologna). Il primo libro pubblicato in Europa che denuncia l'utilizzo di armi all'uranio impoverito.
Dicembre 1998
E' a Baghdad durante i bombardamenti sull'Iraq e dopo un'inchiesta internazionale realizza un documentario "Iraq: viaggio nel regno proibito", dove si descrivono le condizioni di vita della popolazione e gli effetti della contaminazione radioattività sulla popolazione e sull'ambiente, provocata dalle armi all'uranio impoverito.
Maggio 1988
Attraversa l'Iraq con un'equipe di produzione, percorre oltre 2.000 km nel paese e nel sud del Paese scopre l’utilizzo di armi all’uranio impoverito. Inizia allora delle ricerche approfondite che porteranno nel 1999 alla pubblicazione del suo libro « Iraq Apocalisse », con documenti del Pentagono classificati « top secreto »
 

Stacks Image 169